Il bouquet della sposa

Bouquet della sposa

Il bouquet da sposa non è un semplice mazzo di fiori. Da sempre considerato simbolo della sposa e della sua unione, richiede cura e attenzione nella scelta. Devi saperlo abbinare al vestito e all’acconciatura e decidere quale tra le sue tipologie rispecchia di più il tuo stile.

La scelta del bouquet da sposa

Sulla scelta del bouquet per il matrimonio sono tante le domande che ti verranno in mente. Ti chiederai quanti mazzi richiede la tradizione oppure quale sia la forma più adatta per il tuo abito nuziale.

Il primo passo per fare la scelta giusta è ricordarti che, nel giorno del tuo matrimonio, tutto deve essere come lo hai sempre sognato, anche i fiori. Per questo devono essere le tue preferenze a guidarti nella scelta e non degli stereotipi legati alla tradizione o alla simbologia.

In generale, i bouquet che si preparano per il matrimonio sono due, uno che tiene in mano la sposa fino all’altare e uno che poi viene lanciato alle amiche nubili presenti alla cerimonia.

La cosa importante è che tutti i mazzi di fiori abbiano lo stesso stile. Se ti va, puoi anche realizzare il fiore all’occhiello per lo sposo (boutonnière) e dei braccialetti con fiori per le damigelle (corsage), molto in voga nei matrimoni americani.

Il tocco floreale che vorrai dare al tuo giorno più importante ti accompagnerà fino al termine del ricevimento, dagli addobbi in chiesa alle decorazioni nel locale. Evita quindi fiori che non ti piacciono, che possono causarti allergie o che sono troppo delicati per mantenersi a lungo.

Tipi di bouquet: scegli quello che più ti piace

Lo sapevi che esistono diverse forme di bouquet da sposa? Ecco le più comuni:

  • Bouquet rotondo. Classico e raffinato, è il più amato tra i mazzi di fiori scelti per le nozze. Solitamente si realizza con roselline e fiori in boccioli e si abbina ad abiti con ampia gonna.

 

  • Bouquet a cascata. Questo mazzo di fiori nuziale esprime l’idea romantica del matrimonio. Il suo stile principesco è perfetto se abbinato ad abiti con un lungo strascico. Di solito si realizza con fiori di orchidee, calle e tulipani.

 

  • Bouquet pageant. La sua forma allungata lo rende perfetto per un abito a sirena. Da preferire in questo caso i fiori con gambo lungo come le calle e i tulipani.

 

  • Bouquet a fascio. In stile vintage, questo bouquet sposa è molto semplice ma elegante. Perché non usare i fiori di campo per arricchirlo? Margherite e viole lo rendono colorato al punto giusto.

 

  • Bouquet a un solo fiore. Insolito ma sempre più richiesto è il bouquet monofiore. Può essere realizzato con un singolo fiore oppure con fiori dello stesso tipo. Peonie, ortensie e girasoli sono i più frequenti.

 

Quali fiori scegliere per il bouquet?

Non solo rose e orchidee: sono diverse le soluzioni floreali che possono arricchire il giorno del tuo matrimonio.

Un tempo formato solo da fiori d’arancio, oggi il bouquet può avere diverse sfaccettature e incontrare i gusti di tutti. Insieme ai fiori di stagione, consigliati dai fiorai, puoi scegliere tra peonie, calle, bocca di leone, gelsomini, iris e tanti altri.

Se invece non vuoi adottare una soluzione classica, puoi orientarti verso tipologie più particolari che servono a dare un tocco di originalità alle tue nozze.

Mazzi con lavanda, piante grasse, ramoscelli di ciliegio sono solo alcune idee, da alternare a bouquet con foglie di eucalipto, ulivo o di felci.

Se non hai un’idea chiara di come immagini il tuo bouquet da sposa e vuoi qualche consiglio, puoi rivolgerti all’esperienza e al gusto di una wedding planner, capace di rispondere alle tue domande e aiutarti nella scelta finale.

Parlami di te e insieme troveremo i fiori ideali per colorare il giorno del tuo matrimonio e l’album dei tuoi ricordi.